Privati e aziende: due mercati con logiche e trend diversi

Roma, 10.02.15

Il peso delle flotte su tre auto

Gli italiani quali auto comprano? Dipende dal “canale” a cui appartiene l’acquirente. Se spacchettiamo le immatricolazioni in Italia nel 2014, il dato più evidente che balza all’occhio è che i privati presidiano la fetta più consistente del mercato dei segmenti bassi (mini, small e compact car, secondo la segmentazione utilizzata da Dataforce), mentre i segmenti alti (middle class, higher-middle e luxury) sono appannaggio quasi esclusivo degli acquirenti business. Ne è un chiaro esempio la Renault Clio (segmento small), che lo scorso anno ha cumulato 40.159 nuove targhe, di cui ben 31.385 intestate a privati, solo 3.656 acquistate da società di noleggio a lungo termine, Nlt, (quindi utilizzate da flotte aziendali) e solamente 983 comprate da clienti business (professionisti, artigiani e imprese). Non particolarmente significativa la quota dei “canali speciali” (autoimmatricolazioni di Case e concessionari, e quindi in buona parte km zero, o noleggi a breve termine): 4.185 esemplari. Differente, invece, il mix di vendita della Opel Insignia: 4.013 gli esemplari immatricolati nei 12 mesi, di cui solamente 564 a privati, ben 2.527 al Nlt, 622 ai “canali speciali” e soltanto 300 gli acquisti diretti delle aziende. Se ci si avvicina ai marchi Premium, il mix cambia leggermente: rimangono significative le quote del mercato business, ma si modifica la soluzione d’acquisto. Per esempio, la Bmw Serie 3, modello leader di mercato nella middle class con 11.985 immatricolazioni: 4.801 le targhe del noleggio a lungo termine, che rimane quindi la formula d’acquisizione preferita, 1.595 gli acquisti diretti aziendali (in gran parte con la formula del leasing finanziario), 1.882 “pezzi” ai canali speciali (con una probabile prevalenza di km zero) e infine 3.707 intestazioni ai privati. Quest’ultimo è un numero significativo, che però va interpretato. La scarsa rilevanza della leva fiscale in Italia sta facendo emergere il fenomeno dell’intestazione a privati di auto che in realtà vengono utilizzate a scopo prevalentemente aziendale. L’uso lavorativo viene poi “spesato” sotto forma di rimborso chilometrico: si può supporre che una fetta consistente delle Serie 3 siano di fatto auto aziendali intestate a privati. Nel segmento lusso (totale immatricolazioni: 2.779 esemplari) il 2014 è stato un anno d’oro per Mercedes-Benz, che ha piazzato ai primi due posti assoluti la CLS (610 esemplari) e la Classe S (529): più di una luxury car su tre, dunque, si fregia della Stella a tre punte. Il mix delle vendite è appannaggio soprattutto degli acquisti diretti aziendali, mentre è scarso l’apporto del Nlt e dei privati. Per la Classe S, ad esempio, le intestazioni ad azienda rispetto al Nlt vincono in una proporzione di 11 a 1. Tornando al mercato delle “small”, è interessante l’analisi sulla Fiat 500 L, che si sta dimostrando un modello trasversale, perché “pesca” acquirenti in ogni tipologia di cliente ed è riuscita nel 2014 a sfiorare la piazza d’onore nella classifica assoluta di vendita, a poche centinaia di unità dalla Punto: delle 56.469 unità immatricolate, esattamente la metà sono state acquistate da privati (28.113), 9.026 sono state scelte con la formula del noleggio e solamente 2.677 sono stati gli acquisti diretti delle imprese. Rilevante la quota dei “canali speciali”: 16.653 esemplari, di cui una fetta consistente al noleggio a breve termine e una più marginale alle immatricolazioni della Casa costruttrice e ai concessionari (e quindi in gran parte trasformate in km zero o in vetture “demo”).

In caso di pubblicazione, per cortesia citare sempre la fonte Dataforce.

DATAFORCE - Focus on Fleets
Dataforce è la società leader europea di analisi del mercato automotive, attiva a livello internazionale in 41 Paesi, che ha come obiettivo quello di fornire all’industria automobilistica informazioni ad alto contenuto qualitativo con la più profonda segmentazione dei canali di vendita, utilizzando sofisticate piattaforme di business intelligence e i migliori sistemi di reportistica. Forniamo inoltre il database di contatto più aggiornato e completo delle società italiane in possesso di autoveicoli aziendali e sviluppiamo ricerche di mercato e progetti di consulenza. Dataforce Italia ha sede a Roma mentre il nostro Headquarter è a Francoforte sul Meno, in Germania.

Contatti: Salvatore Saladino
Tel.: +39 06 86765488
Fax: +39 06 87815022
E-Mail: salvatore.saladino@dataforce.it
www.dataforce.it

Lascia un commento