Contatti

Puoi contattarci telefonicamente:

+39 06 86765488

O via email:

info@dataforce.it

Mercato auto, a novembre vendite ancora in su: +6,79%. Quattro anni di crescita senza sosta – Repubblica.it – Motori

Roma, 01.12.17

Negli undici mesi 2017 sono state vendute 1.848.919 auto, con una crescita dell’8,71% sull’analogo periodo dell’anno scorso. Annunciato oggi “Bonus impresa”, l’iniziativa FCA mette a disposizione, fino al 31 dicembre, 10 milioni di euro per supportare chi acquista le vetture come strumento di lavoro

di VINCENZO BORGOMEO

Il mercato dell’auto continua a volare: anche a novembre le consegne hanno fatto segnare un bel dato positivo, con immatricolazioni cresciute del 6,79% rispetto alla stesso mese delle scorso anno. Così negli undici mesi 2017 sono state vendute 1.848.919 auto, con una crescita dell’8,71% sull’analogo periodo dell’anno scorso.

Sono quindi 48 i mesi di crescita ininterrotta (ad eccezione solo di maggio 2014 e aprile 2017), quindi quattro anni pieni dalla fine della crisi. Ottimi i risultati del noleggio che, grazie alla spinta sia del breve termine (+41,6%) che del lungo termine (+26,4%), chiude il mese di novembre con 30.709 immatricolazioni, in crescita del 29,7% e una percentuale sulle registrazioni complessive del del 19,4% (+3,6 punti percentuali).

Interssante la performance del tanto vituperato diesel: tutti lo contestano ma tutti lo vogliono. I dati della motorizzazione infatti ci dicono che le vetture a gasolio fanno registrare vendite identiche a quelle dello scorso anno (-0,1%) anche se c’è una piccola diminuzione di rappresentatività di 3,3 punti percentuali rispetto allo scorso anno, scendendo a una quota del 56,4%. Diversa, invece, la situazione nel periodo gennaio-novembre 2017, con una crescita che resta simile a quella del mercato totale grazie a un +7,2% e 1.056.730 vendite.

Bene poi il GPL, anzi un trionfo (+33,5%) e le elettriche che alzano un po’ la testa +32,4% nel mese e un +48,4% nel cumulato. Sempre forti infine le ibride che nel mese di novembre raddoppiano quasi le vendite, passando dalle 3.549 del 2016 alle 6.763 del 2017 (+90,6%), e recuperano quasi 2 punti percentuali di rappresentatività. In linea con lo scorso novembre 2016, infine, il metano che, però, accusa ancora molto le flessioni dei mesi precedenti e registra nel cumulato un -27,1%.

Fiat Chrysler Automobiles dal suo canto immatricola in Italia quasi 39.300 vetture per una quota del 25,1 per cento. Questo significa che nei primi undici mesi dell’anno, FCA registra 525.500 vetture, il 6,95 per cento in più nel confronto con lo stesso periodo dell’anno scorso. La quota è del 28,4 per cento.

L’analisi dei marchi vede come sempre sugli scudi Jeep (+48,85 per cento le immatricolazioni nel mese e +21,1 nel progressivo annuo) e Alfa Romeo (rispettivamente +21,5 e +27,1 per cento). Per il resto anche in novembre la classifica delle vetture più vendute nel nostro Paese è dominata da FCA, con cinque modelli nella top ten: oltre alla Panda prima assoluta e la Ypsilon alle sue spalle, compaiono nella graduatoria anche 500X, Renegade e 500.

E per spingere ulteriormente il mercato, in uno sprint finale per spremere fino all’ultima goccia delle vendite, come “bonus impresa” FCA ha messo a disposizione un plafond di 10 milioni,  ad esaurimento, in modo da incentivare il rinnovo del parco circolante in maniera più rapida e supportare coloro che utilizzano la vettura come strumento di lavoro. Fino al 31 dicembre, aziende e a liberi professionisti e partita IVA avranno accesso al bonus per l’acquisto di una vettura dei marchi Alfa Romeo, Jeep, Fiat, Lancia e Abarth.

Per capirci, con questo meccanismo (e grazie anche al contributo delle concessionarie) il “bonus impresa” per l’acquisto di Fiat 500L, vale circa 4.200 euro di sconto, pari circa al 19%. Per una Jeep Renegade si sale fino a 5.000 euro, pari circa al 18%. E per una Giulia, il “bonus impresa” arriva sino a 9.500 euro, pari circa al 22%.

“I temi persistenti – ha commentato Michele Crisci, Presidente dell’UNRAE, l’Associazione dei costruttori di autoveicoli esteri – sono lo smaltimento del Parco Circolante anziano e i provvedimenti presi dalle amministrazioni su base locale e nazionale per il contrasto alle emissioni. Ne abbiamo parlato oggi ampiamente nella Conferenza di apertura del Motorshow di Bologna”. “Dobbiamo tuttavia registrare – ha concluso Crisci – che nella discussione del Disegno di Legge di Bilancio 2018 sta trovando difficoltà il rinnovo del Superammortamento per le autovetture utilizzate come beni strumentali di impresa, malgrado gli effetti benèfici dimostrati sulla rotazione del parco circolante e, quindi, auspichiamo che il Decisore Pubblico possa prorogare tale misura anche per il 2018”.

Per Filippo Pavan Bernacchi, presidente di Federauto, l’associazione che rappresenta i concessionari di tutti i brand commercializzati in Italia: “Ancora una volta registriamo che sono le kilometrizero a determinare la performance positiva di novembre. Il tutto mentre il canale privati, vero specchio dello stato di salute del comparto, continua a perdere: -2,5% il risultato di questo mese. Si potrebbe dire che, più che un sintomo, il fenomeno delle kilometrizero sta diventando una patologia. In questo scenario – conclude il presidente di Federauto – chiediamo nuovamente al Governo di ascoltare le istanze dell’intero settore circa la proroga del superammortamento anche per le autovetture nell’ambito dell’esame del D.d.L. di Bilancio 2018”.

“Senza le km zero e i noleggi delle concessionarie – commenta anche Salvatore Saladino, Country Manager di Dataforce Italia – il mercato vetture non potrebbe tornare a sfiorare quota 2 milioni, un livello che molti addetti ai lavori considerano comunque non adeguato alle dimensioni del parco automobilistico italiano nell’ottica di un’accelerazione del rinnovo del circolante che, lo ricordo ancora una volta, rimane sempre tra i più vetusti d’Europa”.

In caso di pubblicazione, indicare sempre: “Elaborazione Dataforce su fonte Ministero Infrastrutture e Trasporti e ACI”.

DATAFORCE - Focus on Fleets
Dataforce è la società leader europea di analisi del mercato automotive, attiva a livello internazionale in 41 Paesi, che ha come obiettivo quello di fornire all’industria automobilistica informazioni ad alto contenuto qualitativo con la più profonda segmentazione dei canali di vendita, utilizzando sofisticate piattaforme di business intelligence e i migliori sistemi di reportistica. Forniamo inoltre il database di contatto più aggiornato e completo delle società italiane in possesso di autoveicoli aziendali e sviluppiamo ricerche di mercato e progetti di consulenza. Dataforce Italia ha sede a Roma mentre il nostro Headquarter è a Francoforte sul Meno, in Germania.

Contatti: Salvatore Saladino
Tel.: +39 06 86765488
Fax: +39 06 87815022
E-Mail: salvatore.saladino@dataforce.it
www.dataforce.it

Lascia un commento

× My Message