Contatti

Puoi contattarci telefonicamente:

+39 06 86765488

O via email:

info@dataforce.it

Mercato dell’auto in Italia: -9,6% a marzo 2019

Roma, 02.04.19

Nuovo calo per le immatricolazioni di auto nuove, ma crescono le vendite ai privati. Non “sfondano” le auto con l’ecobonus.

 

20.000 IN MENO – Non si interrompe il periodo negativo per le immatricolazioni di auto nuove in Italia, che diminuiscono anche a marzo 2019 dopo il segno “meno” di gennaio (-7,5%) e febbraio (-2,3%). Il calo di marzo 2019 è peggiore rispetto ai mesi scorsi, stando ai numeri del ministero dei Trasporti elaborati dalla Dataforce, perché le immatricolazioni sono diminuite del 9,6% rispetto a marzo 2018, passando da 214.250 a 193.662 unità. In questo contesto spicca però il +5% per le vendite ai privati, un segnale positivo non soltanto per il mercato delle automobili ma anche per l’economia in generale: dimostra che le famiglie hanno maggiori possibilità di spesa per acquistare beni costosi come le vetture.

CRESCONO LE AUTO CHE PAGANO L’ECOTASSA – Marzo 2019 è stato inoltre il primo mese di validità in Italia dell’ecobonus e dell’ecotassa, il sistema di bonus malus sul prezzo delle auto nuove in base alle emissioni di anidride carbonica: l’ecobonus (che resta in attesa del decreto previsto dalla legge) può raggiungere i 4.000 euro acquistando una vettura ibrida o elettrica con emissioni tra 0 e 20 g/km, a patto di rottamare una vettura Euro 1, 2, 3 e 4 (e di non spendere più di 61.000 euro Iva inclusa), mentre l’ecotassa 2019 è di 1.600, 2.000 e 2.500 euro per veicoli con emissioni tra 176-200 g/km, 201-250 g/km e oltre 250 g/km di CO2. Il mese scorso però sono state acquistate 1000 vetture in regime di ecobonus, il 20% in meno rispetto a marzo 2018 e pari allo 0,5% del mercato. Di contro le auto “passibili” di ecotassa sono aumentate da 5000 a 8000, sebbene per ordini precedenti all’introduzione delle nuove norme.

MALE LA FIAT, BENE LA PANDA – Le vendite a marzo sono state assai negative per la Fiat, che rimane il marchio di maggior successo nel nostro Paese, ma continua a perdere immatricolazioni: dopo il -29,7% di gennaio e il -18,1% di febbraio, a marzo le automobili targate sono state il 21,6% in meno rispetto a 12 mesi prima (pari a 32.025 unità). Seconda è la Volkswagen, che ha perso “solo” il 3,37% (a 17.539 auto), davanti alle Ford (-20,8%, a 12.322 auto) e Renault (-5,5%). L’auto più venduta rimane la Fiat Panda, che il mese scorso ha visto aumentare le immatricolazioni del 3% rispetto a marzo 2018. Sul podio anche le Lancia Ypsilon (+15,5%) e Fiat 500X (-25,2%). Le vendite di auto a gasolio, infine, sono diminuite del 22,57% rispetto a marzo 2018.

In caso di pubblicazione, indicare sempre: “Elaborazione Dataforce su fonte Ministero Infrastrutture e Trasporti e ACI”.

DATAFORCE - Focus on Fleets
Dataforce è la società leader europea di analisi del mercato automotive, attiva a livello internazionale in 41 Paesi, che ha come obiettivo quello di fornire all’industria automobilistica informazioni ad alto contenuto qualitativo con la più profonda segmentazione dei canali di vendita, utilizzando sofisticate piattaforme di business intelligence e i migliori sistemi di reportistica. Forniamo inoltre il database di contatto più aggiornato e completo delle società italiane in possesso di autoveicoli aziendali e sviluppiamo ricerche di mercato e progetti di consulenza. Dataforce Italia ha sede a Roma mentre il nostro Headquarter è a Francoforte sul Meno, in Germania.

Contatti: Salvatore Saladino
Tel.: +39 06 86765488
Fax: +39 06 87815022
E-Mail: salvatore.saladino@dataforce.it
www.dataforce.it

Lascia un commento