Contatti

Puoi contattarci telefonicamente:

+39 06 86765488

O via email:

info@dataforce.it

Noleggio auto: aprile più “nero” di marzo, immatricolazioni ai minimi storici

Roma, 05.05.20

Ad aprile, il noleggio auto è crollato come il mercato generale, a causa del lockdown: le immatricolazioni del noleggio a lungo termine e quelle del noleggio a breve termine hanno fatto registrare cali di gran lunga superiori al 90%. Ecco i numeri.

 

Una vera ecatombe, che ha coinvolto tutti i canali: il mercato generale e il noleggio auto crollano ad aprile, a causa del lockdown del settore automotive e delle concessionarie. Un bilancio negativo senza precedenti, come testimoniano i numeri diffusi dal Ministero dei Trasporti.

Nella sua analisi, Dataforce sottolinea che i privati, rispetto a un anno fa,  totalizzano un 97,89%, un calo appena inferiore per le immatricolazioni dirette delle aziende (-93,34%). Ai minimi storici il noleggio a lungo termine (-94,81%), totalmente azzerate quelle del noleggio a breve termine: -99,65%. Anche le targhe di demo e km zero, cioè le auto-immatricolazioni dei Costruttori e dei concessionari hanno realizzato numeri insignificanti, con una contrazione rispettivamente del 97,48% e del 97,61% rispetto ad aprile 2019.

 

I NUMERI DEL NOLEGGIO AUTO AD APRILE

Dopo il marzo nero del renting aprile ha mostrato un andamento ancora peggiore. Prendendo in esame il noleggio a lungo termine, i top player generalisti, complici le richieste del mercato, hanno completamente azzerato le attività di immatricolazione: soltanto 130 auto targate. La quasi totalità delle immatricolazioni del noleggio sono state quindi appannaggio delle captive: 1.279 auto targate.

Il settore del noleggio a breve termine ad aprile ha invece letteralmente fermato il rinnovo del parco, in vista della crisi della stagione turistica: sono state soltanto 104 le vetture immatricolate dal Rac (fonte: Dataforce).

 

GLI SCENARI PREVISTI DA DATAFORCE

I forecast di Dataforce sul mercato dell’auto delineano diversi scenari. Il primo, in assenza di incremento degli attuali incentivi, porterebbe il saldo finale del 2020 a 1.070.000 immatricolazioni di auto, con un calo del 44%. A livello di canali di vendita, i privati manterrebbero una quota attorno al 56% (con un calo di market share inferiore al punto percentuale), le flotte aziendali che utilizzano la formula dell’acquisto diretto rimarrebbero al 4,7% come nel 2019, salirebbe il ricorso al noleggio a lungo termine, che raggiungerebbe una quota del 20,6% (14,7% nel 2019), il noleggio a breve termine crollerebbe dal 9,3% al 4,7%, mentre le auto-immatricolazioni rimarrebbero stabili attorno al 14% di quota.

Il secondo scenario, quello dell’estensione degli incentivi alla soglia dei 95 g/km, consentirebbe al mercato dell’auto di raggiungere un livello di immatricolazioni di quasi 1,2 milioni di unità. I volumi aggiuntivi, insomma, sfiorerebbero le 130.000 unità, comunque insufficienti a salvare i bilanci del comparto.

Il terzo scenario – estendere i bonus fino alla fascia di emissioni di CO2 fino ai 125 g/km – è secondo Dataforce l’unica strada possibile per risollevare realmente il mercato fin dal 2020: in questo caso il forecast prevede un mercato dell’auto di poco superiore a 1,6 milioni di immatricolazioni con un incremento di circa 400.000 unità rispetto alla precedente ipotesi. Il quarto scenario che prevede incentivi fino a 160 g/km è, conclude Dataforce, “totalmente utopistico di fronte a un Governo incapace di comprenderne i benefici, ma porterebbe il mercato vetture a chiudere intorno a 1,8 milioni di immatricolazioni”.

.

 

In caso di pubblicazione, indicare sempre: “Elaborazione Dataforce su fonte Ministero Infrastrutture e Trasporti e ACI”.

DATAFORCE - Focus on Fleets
Dataforce è la società leader europea di analisi del mercato automotive, attiva a livello internazionale in 41 Paesi, che ha come obiettivo quello di fornire all’industria automobilistica informazioni ad alto contenuto qualitativo con la più profonda segmentazione dei canali di vendita, utilizzando sofisticate piattaforme di business intelligence e i migliori sistemi di reportistica. Forniamo inoltre il database di contatto più aggiornato e completo delle società italiane in possesso di autoveicoli aziendali e sviluppiamo ricerche di mercato e progetti di consulenza. Dataforce Italia ha sede a Roma mentre il nostro Headquarter è a Francoforte sul Meno, in Germania.

Contatti: Salvatore Saladino
Tel.: +39 06 86765488
Fax: +39 06 87815022
E-Mail: salvatore.saladino@dataforce.it
www.dataforce.it

Lascia un commento

× My Message