Contatti

Puoi contattarci telefonicamente:

+39 06 86765488

O via email:

info@dataforce.it

Ripartono (deboli) le vendite nei primi otto giorni di maggio

Roma, 11.05.20

Con la riapertura delle concessionarie in Italia, riprendono anche le immatricolazioni, che nella prima settimana lavorativa di maggio 2020 sono comunque inferiori del 44% rispetto allo stesso periodo del 2019.

 

PERIODO DIFFICILE – Secondo i dati della Dataforce Italia , dopo quasi due mesi di buio totale, nel nostro Paese le vendite stanno ripartendo. Anche se, va detto, dall’1 all’8 maggio 2020 sono comunque inferiori del 44% (con 11.246 unità) rispetto agli analoghi otto giorni del 2019. Rallenta ma non si arresta l’emorragia del mercato italiano, dopo i crolli di aprile (-98%) e di marzo (-85%) dovuti al “lockdown” che, per fronteggiare la pandemia di coronavirus, aveva imposto la chiusura delle concessionarie (come del resto quasi tutte le attività in l’Italia). Il 4 maggio scorso, i venditori hanno riaperto, e c’è una flebile ripresa, anche se ancora non si viaggia ai ritmi di febbraio o gennaio 2020, in cui a loro volta le immatricolazioni erano andate giù rispettivamente dell’8,8% e del 5,9% rispetto al 2019, ma ancora non si vedevano gli effetti del Covid-19.

I MODELLI PREFERITI – Nei primi giorni di maggio, l’auto più venduta nel canale privati è stata la Fiat Panda, con 349 unità, ma in discesa del 25%. A salire sono state invece la seconda e la terza, ossia le Peugeot 208 e 2008, rispettivamente a quota 310 (+274%) e 305 e (+138%). Nel complesso, comunque, gli acquisti delle famiglie scivolano del 14%. Exploit della Skoda Octavia, auto più gettonata dalle società, che sale del 190% con 29 unità. Fra gli acquisti delle concessionarie (km 0), cresce invece del 350% la Jeep Renegade, che con 18 esemplari si piazza al terzo posto. In picchiata il noleggio a lungo (-69%) e a breve termine (-98%), che sino a febbraio 2020 aveva invece tenuto a galla il mercato.

IN ATTESA DI PROVVEDIMENTI – Per ridare ossigeno al mercato, l’Unrae (Unione case estere) chiede al governo ecobonus più forti e per una platea più estesa di auto che beneficiano degli incentivi. Anche l’Aniasa (Associazione autonoleggio) fa appello all’esecutivo, auspicando l’introduzione di un voucher per le famiglie da spendere per una qualunque attività compresa nell’offerta turistica del nostro Paese (autonoleggio incluso), e il ripristino del superammortamento per i veicoli aziendali.

In caso di pubblicazione, indicare sempre: “Elaborazione Dataforce su fonte Ministero Infrastrutture e Trasporti e ACI”.

Das Unternehmen DATAFORCE - Wir zählen Autos
Als führendes Marktforschungsunternehmen bringen wir Transparenz in den europäischen Automobilmarkt. Unabhängig - mit über 25 Jahren Erfahrung - setzen wir Standards und machen Märkte vergleichbar.

Contatti: Salvatore Saladino
Tel.: +39 06 86765488
Fax: +39 06 87815022
E-Mail: salvatore.saladino@dataforce.it
www.dataforce.it

Lascia un commento