Contatti

Puoi contattarci telefonicamente:

+39 06 86765488

O via email:

info@dataforce.it

Focus Noleggio Dataforce: primo semestre 2022

Roma, 08.07.22

Il Noleggio a Lungo Termine e il Noleggio a Breve Termine nel primo semestre 2022

 

Roma, 8 luglio 2022

Nel primo semestre il noleggio a lungo termine si conferma essere il canale che regge meglio l’urto della crisi del mercato dell’auto: chiude sostanzialmente in pareggio (+0,18%) tra le Passenger Cars, mentre il mercato totale arretra del 22,62%, e cresce del 27,87% tra i Light Commercial Vehicles (mentre la media complessiva è del -10,91%). Da gennaio a giugno il NLT Passenger Cars ha immatricolato 141.895 vetture al netto del rent to rent già visibile, invece in ambito Veicoli Commerciali Leggeri ha targato 27.674 unità. Nelle Passenger Cars la market share del long rent è salita quasi al 21% (circa 4 punti in più rispetto allo scorso anno) e negli LCV sfiora addirittura il 34% (10 punti in più sul 2021).

Nel noleggio a breve termine la situazione di mercato continua a essere molto difficile: nel primo semestre di quest’anno si registra un’ennesima pesante flessione, pari a -48,8%, con un volume di targhe di appena 37.541 unità, compreso il rent to rent, in ambito Passenger Cars e una market share che scende addirittura sotto quota 5%. La crisi del NBT è evidente anche nel settore dei Veicoli Commerciali Leggeri: nel primo semestre del 2022 si sono registrate solamente 3.372 nuove targhe, con la quota dei rent-a-car rispetto al mercato totale pari solo allo 0, 4%.

 

“Nonostante la battaglia in corso per ottenere dal Governo l’estensione degli incentivi al comparto del noleggio, non ritengo che l’accoglimento di questa richiesta possa cambiare qualcosa nell’andamento del mercato”, commenta Salvatore Saladino, Country Manager di Dataforce Italia. “Da osservatore esterno agli  interessi delle singole società del comparto e del loro indotto, ritengo una grande perdita di risorse e tempo combattere su argomenti non risolutivi come gli incentivi, invece di concentrare tutti gli sforzi nell’ottenere una vera revisione della fiscalità. Gli incentivi si danno quando c’è carenza di domanda, non quando c’è surplus di domanda. E in effetti è vero, il grosso degli incentivi è allocato dove domanda non c’è, perché l’offerta è stato deciso che debba superare le leggi del mercato per il bene di tutti, con la maggior parte dei “tutti” che si sta bevendo la storia nonostante stia sempre peggio. Gli stessi “tutti” che, con uno “strano” eccesso di domanda, ha esaurito i fondi disponibili in un attimo sulle vetture termiche, perché restano le uniche che può permettersi.”

Clicca qui per leggere e scaricare il focus completo in pdf

 

Nel primo semestre 2022, il noleggio a lungo termine Passenger Cars ha registrato un sostanziale pareggio, ma un netto recupero rispetto alla performance del primo trimestre, con un volume di 141.895  nuove targhe, solo 259  unità in meno rispetto al periodo gennaio-giugno 2021. La quota di mercato è però cresciuta al 20,7% rispetto al 16% del primo semestre 2021.

Nell’ambito dei Veicoli Commerciali Leggeri, il primo semestre del 2022 presenta uno sviluppo positivo di grande evidenza: +27,87%. Con 27.674 LCV nuovi targati (6.000 in più), oltre un veicolo commerciale su tre è stato intestato a una società di long rent, con una crescita che supera i 10 punti di quota rispetto all’anno scorso.

La previsione di Dataforce per la chiusura del 2022 è stata aggiornata: ipotizza un volume complessivo del long rent (al netto del rent to rent) di 255.000 immatricolazioni Passenger Cars, con una crescita di 13.500 unità (+5,6%) sul 2021, a fronte di un mercato nel suo complesso previsto in contrazione del 15,8%. Tra gli LCV il NLT dovrebbe targare 56.000 unità, con una crescita di 9.500 nuove targhe, pari a un incremento del 20,3%. Si tratta di una crescita molto importante, visto che il mercato degli LCV nel suo complesso è previsto in contrazione dell’8,1%.

Sul versante dello short term, il forecast di Dataforce per il 2022 ipotizza un’ulteriore flessione delle immatricolazioni, che dovrebbero scendere a 50.000 unità (quasi 30.000 in meno rispetto al 2021) con una flessione pari al 37,2%. La quota del rent to rent dovrebbe attestarsi al 20% delle nuove immatricolazioni. Analoga la previsione per il comparto LCV: il volume totale delle nuove targhe di NBT dovrebbe essere di 5.500 unità, quasi 3.400 in meno, pari a una perdita di 38 punti percentuali.

 

In caso di pubblicazione, indicare sempre: “Elaborazione Dataforce su fonte Ministero Infrastrutture e Trasporti e ACI”.

Das Unternehmen DATAFORCE - Wir zählen Autos
Als führendes Marktforschungsunternehmen bringen wir Transparenz in den europäischen Automobilmarkt. Unabhängig - mit über 25 Jahren Erfahrung - setzen wir Standards und machen Märkte vergleichbar.

Contatti: Salvatore Saladino
Tel.: +39 06 86765488
Fax: +39 06 87815022
E-Mail: salvatore.saladino@dataforce.it
www.dataforce.it

Lascia un commento

×

Powered by WhatsApp Chat

× My Message